Leggi federali tedesche su GitHub

Tra una notizia e l’altra m’è capitato sott’occhio un articolo che parlava di un’interessantissima iniziativa portata avanti in Germania. Stefan Wehrmeyer, un programmatore tedesco, la scorsa estate ha pubblicato le leggi federali tedesche su GitHub sviluppando un software che provvede a mantenerle aggiornate.

Per chi non lo conosce, GitHub è un social-code, cioè un social network dedicato a chi scrive e condivide codice: in soldoni è pensato per i programmatori. Semplificando un po’ (mi interessa solo rendere l’idea), una volta che un progetto è stato messo su GitHub, chiunque può iscriversi alla piattaforma, visionare i file del progetto, scaricarli e contribuire al progetto stesso.

Faccio notare che ad oggi su wikipedia la spiegazione del termine GitHub è presente in diverse lingue, ma non in italiano.

Stefan Wehrmeyer ha pensato bene di sfruttare le potenzialità dello strumento per permettere ai cittadini tedeschi di vedere le leggi e poter anche proporre modifiche, a quanto pare con la benedizione del Bundestag, che è presente su GitHub con un proprio account.

Il mio commento di getto è stato “dubito che i nostri politici abbiano la più pallida idea di cosa sia GitHub”, ma poi mi son detto “prima di affermare una cosa del genere documentiamoci” e ho cercato su Google leggi federali tedesche github -site:github.com, cioè tutte le pagine che contengono le parole leggi, federali, tedesche e github escludendo le pagine del sito github.com.

leggiD1

Praticamente è stato scritto solo un articolo in italiano dedicato all’argomento. Allora ho provato la ricerca in inglese di german federal laws github -site:github.com e i risultati sono ben diversi.

leggiD2

In Germania è stata fatta una cosa fortemente innovativa, della quale a quanto pare si è parlato all’estero, ma poco (per non dire punto) in Italia. Che devo concludere? Che purtroppo i nostri giornalisti, non conoscendo GitHub, non hanno capito l’importanza della notizia. O avete un’altra spiegazione?

This entry was posted in random. Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*
*