Business Model Canvas

Da CNA mi chiedono se conosco esperti di Business Model Canvas. Non capisco di cosa mi stanno parlando, ma rispondo “datemi qualche minuto“.

C’è un piccolo ostacolo: che diavolo è il Business Model Canvas? Per fortuna questo interrogativo trova presto risposta, grazie a wikipedia. È pure interessante come argomento, quindi decido di investire qualche minuto nella ricerca.

Passiamo all’azione. Gli strumenti di ricerca che decido di usare sono Linkedin e Google e già che ci siamo twittiamo la richiesta, non sia mai che fra i miei follower…

Nicola Mattina già lo conosco, c’è anche un bel po’ di materiale online, come ad esempio questo video.

Da Linkedin viene fuori il nome di Michela Spagnolo, che si presenta come Business Model Canvas evangelist, un titolo che fa colpo!

Da questo articolo mi sembra di capire che anche Antonio Tresca si interessa dell’argomento. Non so se sia un esperto, ma il nominativo sembra buono.

Anche Alessandro Rizzoli sembra avere idee chiare sulla materia, a giudicare da come ne parla.

Ci sono pure un paio di pagine (una in italiano, ma con soli 4 likes) e un’applicazione su Facebook, ma direi che come inizio può bastare.

Non è che voi avete suggerimenti da aggiungere?

This entry was posted in random. Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*
*